Bando Pmi Regione Veneto

La Regione Veneto intende sostenere il tessuto imprenditoriale delle PMI venete nello sviluppo di processi e di percorsi di internazionalizzazione che prevedono l’accesso o il consolidamento nei mercati esteri.
Attraverso il presente bando la Regione sostiene il ricorso a servizi di supporto all’internazionalizzazione da parte delle imprese manifatturiere.
Con tale iniziativa, il risultato atteso è l’incremento sia della vocazione all’esportazione che del livello di internazionalizzazione delle PMI e, più in generale, un incremento del grado di apertura commerciale del comparto manifatturiero operante sul territorio regionale.

Soggetti beneficiari
Possono presentare domanda di sostegno le micro, piccole e medie imprese compresi i consorzi, le società consortili e le società cooperative.
Le imprese per poter accedere ai contributi devono svolgere un’attività, principale o secondaria, appartenente alle seguenti sezioni:
C “Attività manifatturiere”, F “Costruzioni”, I “Attività dei servizi di alloggio e di ristorazione”, J “Servizi di informazione e comunicazione.

Tipologia di interventi ammissibili
Sono ammissibili i progetti che prevedano l’acquisizione, da parte del soggetto richiedente, di servizi specialistici per l’internazionalizzazione tra quelli di seguito indicati.
Per la realizzazione del progetto è possibile selezionare fino ad un massimo di 4 diversi servizi specialistici (A.1; B.1; B.2; C.1), con importi cumulabili tra loro.
A.1 – PIANIFICAZIONE PROMOZIONALE
B.1 – PIANIFICAZIONE STRATEGICA
B.2 – SUPPORTO NORMATIVO E CONTRATTUALE
C.1 – AFFIANCAMENTO SPECIALISTICO (temporary Export Manager – TEM).
Sono ammissibili le spese pertinenti al progetto proposto e direttamente imputabili alle attività previste nel progetto medesimo, che rispettano il principio della congruità della spesa, sostenute e pagate dal soggetto che ha presentato la domanda di concessione del sostegno.

Entità e forma dell’agevolazione
L’ammontare di spesa massima ammissibile al sostegno, derivante dalla somma delle spese preventivate su ciascun servizio specialistico selezionato, non potrà essere superiore ad euro 50.000,00.
L’intensità del sostegno è concesso nella forma di contributo in conto capitale, calcolato sull’ammontare della spesa ammessa. L’intensità, espressa in termini percentuali, è differenziata in relazione alle diverse tipologie di servizi specialistici:
A.1 – PIANIFICAZIONE PROMOZIONALE: contributo pari al 40% delle spese ammissibili
B.1 – PIANIFICAZIONE STRATEGICA: contributo pari al 40% delle spese ammissibili
B.2 – SUPPORTO NORMATIVO E CONTRATTUALE: contributo pari al 30% delle spese ammissibili
C.1 – AFFIANCAMENTO SPECIALISTICO (temporary Export Manager – TEM): contributo pari al 50% delle spese ammissibili.
La dotazione complessiva della misura ammonta a 3 milioni di euro.

Scadenza
La misura prevede tre periodi di apertura:
dalle ore 10.00 del 20/02/2020 alle ore 17.00 del 19/03/2020 e Presentazione delle domande: dalle ore 10.00 del 24/03/2020 alle ore 17.00 del 26/03/2020.
dalle ore 10.00 del 12/05/2020 alle ore 17.00 del 02/07/2020 e Presentazione delle domande: dalle ore 10.00 del 07/07/2020 alle ore 17.00 del 09/07/2020.
Compilazione delle domande: dalle ore 10.00 del 10/12/2020 alle ore 17.00 del 18/02/2021 e Presentazione delle domande: dalle ore 10.00 del 23/02/2021 alle ore 17.00 del 25/02/2021