Incentivi 4.0, cessione dei crediti d’imposta alle banche

Via libera dal Senato alla cessione dei crediti d’imposta maturati dalle imprese per investimenti in beni strumentali previsti dal piano Transizione 4.0; la novità arriva dalle commissioni Bilancio e Finanze con l’approvazione di due emendamenti al Dl Sostegni.

L’obiettivo è garantire liquidità alle imprese consentendo di monetizzare i crediti d’imposta maturati con gli investimenti in beni strumentali materiali e immateriali (come i software). Tra i beni strumentali il cui acquisto è incentivato sono inclusi sia quelli 4.0 (ex iper ammortamento) sia quelli tradizionali (ex super ammortamento).

La cedibilità, che scatterà dall’entrata in vigore della legge di conversione del Dl e durerà fino al 31 dicembre 2022, non si applica ai crediti d’imposta per gli investimenti in ricerca, sviluppo e innovazione e a quelli per le spese in formazione 4.0. Per rendere operativa la cessione sarà necessario un provvedimento delle Entrate.

Fonte Il Sole 24 Ore