Nuova dote per l'agroalimentare

Con l’articolo 1, comma 128 della legge 178/20, è stato istituito il fondo per lo sviluppo ed il sostegno delle filiere agricole, della pesca e dell’acquacoltura con lo stanziamento iniziale per l’anno in corso di 150 milioni. L’articolo 39 del decreto Sostegni incrementa di ulteriori 150 milioni per il 2021 la dotazione finanziaria del fondo, che è stato istituito al fine di garantire lo sviluppo e il sostegno del settore agricolo, della pesca e dell’acquacoltura.

Il rafforzamento della dotazione finanziaria, che passa dunque a complessivi 300 milioni, si rende necessario a causa del perdurare delle misure restrittive adottate per contenere il diffondersi del virus da Covid-19 e della conseguente necessità di approntare misure di ristoro e sostegno per le imprese appartenenti alle filiere. Condizioni e modalità per l’erogazione degli aiuti, tuttavia, non sono ancora note poiché, nonostante il termine di 60 giorni concesso dal comma 129 dell’articolo 1 della legge di Bilancio 2021, non risultano ancora emanati i decreti di attuazione dal ministro delle Politiche agricole e forestali. Il dossier della legge di Bilancio precisa che il fondo si pone ad ulteriore supporto di tutte le misure adottate a favore del settore agroalimentare a partire dal decreto Rilancio fino ai decreti Ristori.

Fonte Il Sole 24 Ore