Garanzia Sace per imprese in concordato

Il Dl agosto (Dl 104/20), recentemente convertito in legge, ha costituto l’occasione per un restyling della misura “Fondo centrale di garanzia”.

Tra le novità introdotte c’è la possibilità di accesso alla garanzia Sace per le imprese in concordato con continuità aziendale (articolo 186-bis Rd267/42), che hanno stipulato accordi di ristrutturazione del debito (articolo 182-bis Rd267/42) o che, in ambito fallimentare, hanno presentato un piano idoneo a consentire il risanamento dell’esposizione debitoria dell’impresa. Ciò a condizione che alla data di presentazione della domanda le relative esposizioni non siano classificabili come deteriorate, non presentino importi in arretrato e il finanziatore, sulla base dell’analisi della situazione finanziaria del debitore, possa ragionevolmente presumere il rimborso integrale dell’esposizione alla scadenza. Restano escluse le imprese che presentano esposizioni classificate come sofferenze in base alla disciplina bancaria.

Fonte Il Sole 24 Ore