E' legge il Dl Rilancio

In Gazzetta il testo da 266 articoli, di seguito le tre principali novità rivolte alle imprese.

A Cdp 44 miliardi, altri 4 alle Pmi

Nel testo finale l’operazione «patrimonio destinato» di Cdp per le imprese medio grandi ha a disposizione 44 miliardi. Altri 4 miliardi servono al fondo Pmi di Invitalia, per il rafforzamento pubblico-privato delle aziende fra 10 e 50 milioni di euro. Ai contributi a fondo perdute per le microaziende fino a 5 milioni di fatturato vanno invece 6,19 miliardi.

Ricerca, bonus fiscale al Sud maggiorato fino al 45%

Nelle regioni del Sud il credito d’imposta per gli investimenti in ricerca fondamentale o industriale e in sviluppo sperimentale sale dal 12 al 25% per le grandi imprese, al 35% per le medie imprese e al 45% per le piccole. Va peraltro detto che il credito d’imposta in questione, inserito nell’ultima legge di bilancio, non è ancora operativo in assenza del decreto attuativo Mise-Mef.

Superammortamento, la consegna dei beni slitta al 31 dicembre

Il termine per le consegne dei beni strumentali nuovi incentivati con il supermmortamento è prorogato dal 30 giugno al 31 dicembre 2020. Il Dl 34/2019 aveva previsto che gli investimenti si potessero effettuare nel 2019 ma anche fino al 30 giugno 2020, a condizione che entro il 31 dicembre precedente fosse stato pagato un acconto di almeno il 20 per cento.

Fonte Il Sole 24 Ore