Novità per il fondo Pmi

Più possibilità per le piccole e medie imprese che potranno accedere ai finanziamenti del Fondo di garanzia.
Con il nuovo modello di rating previsto nella riforma contenuta in un decreto a firma di Mise e Mef - che oggi approda in «Gazzetta Ufficiale» - il 92% delle Pmi italiane potrà farne richiesta.

L’obiettivo di fondo della riforma è quello di spostare il credito sempre più verso le operazioni a rischio razionamento, quelle che difficilmente accederebbero a un finanziamento bancario, mentre quelle più “sicure” avranno garanzie più basse. Abbassandosi le percentuali di copertura sul circolante si dovrebbero dunque favorire gli investimenti che avranno la garanzia all’80% delle somme erogate, a prescindere dalla classe di merito dell’impresa e della durata del finanziamento richiesto.
Le nuove regole subito in vigore per le operazioni legate alla nuova Sabatini, dal 2018 saranno estese a tutte le richieste di prestiti.

Fonte: Il Sole 24 Ore