Agenda Digitale su Industria Sostenibile

Un decreto del ministro Calenda pubblicato ieri sul sito del dicastero, a giorni in Gazzetta, spiega che le 57 domande per Industria sostenibile producono un fabbisogno finanziario di circa 333 milioni di finanziamento agevolato e di altri 60 milioni di contributi diretti alla spesa, mentre l’unica domanda per Agenda digitale vale 8 milioni di agevolazioni e e 1 milioni di contributo diretto. La ridistribuzione stabilita dal decreto prevede quindi un “dirottamento” di 90 milioni di euro da Agenda digitale a Industria sostenibile al fine di garantire la massima copertura dei progetti presentati dalle imprese per entrambi gli strumenti agevolativi.

Fonte: Il Sole 24 Ore